Inferrera (AEM): Iniziative per puntare sulla Macroregione del Sud tema ormai ineludibile


Un convegno promosso dall'associazione messinese Europea del Mediterraneo presieduta dal prof. Cosimo Inferrera, docente dell'Università di Messina moderato dal giornalista Mario Primo Cavaleri, si è svolto la scorsa settimana presso la Sala del Cenacolo della Camera dei deputati a Roma.

Si è trattato di un confronto su cosa fare per riportare al centro del dibattito politico la regione mediterranea e l'area dello Stretto. "La nascita delle macroregioni - ha spiegato Inferrera all'Agenzia ANSA - è fondamentale perché diventeranno lo strumento più dinamico di operatività cui l'Unione Europea intende riconoscere ruolo e autonomia di spesa per rendere più efficaci gli investimenti. Si porteranno avanti iniziative per puntare sulla Macroregione del Sud tema ormai ineludibile, ed esercitare un pressing sulla politica per i prossimi decenni anche per non perdere più i finanziamenti europei".

Tre le sessioni di approfondimento che hanno ricompreso risvolti economici e infrastrutturali, il Ponte dello Stretto, altre infrastrutture perché si è parlato di un possibile collegamento stabile tra Sicilia e Tunisia, via Pantelleria, come di un collegamento tra Albania e Puglia e la soluzione del "tubo" sott'acqua per collegare le due città dello Stretto e realizzare quella conurbazione di cui finora si è solo parlato.
Nuova Vecchia