Festival della Politica di Mestre


Ségolène Royal sarà l'ospite d'onore della nona edizione del Festival della Politica di Mestre. La rassegna, che si terrà dal 5 all'8 settembre, ruoterà attorno ai temi della sostenibilità ambientale e della politica internazionale e, nel trentennale della caduta del Muro di Berlino, si tornerà a parlare di vecchi e nuovi muri“

Complessivamente saranno oltre 50 gli ospiti della nona edizione, provenienti dai mondi del giornalismo, della cultura e della ricerca: tra gli altri Massimo Cacciari, Ernesto Galli Della Loggia, Angelo Panebianco, Carlo Cottarelli, Ilvo Diamanti, Piero Fassino, Marco Damilano, Alessandra Ghisleri, Alessandra Sardoni, Ezio Mauro, Nando Pagnoncelli, Luigi Brugnaro, David Parenzo, Sofia Ventura, Gianfranco Bettin, Giuliano Da Empoli, David Allegranti.

Il Festival della Politica di Mestre nasce nel 2011, per iniziativa della Fondazione Gianni Pellicani.

Alla base dell’intero progetto, la convinzione che incrociare saperi e punti di vista differenti sia l'unico modo per muovere alla ricerca di ciò che oggi è "politica", con tutta la ricchezza di significati che questo termine guadagna nella società contemporanea.

Nessuna tentazione settoriale o autoreferenziale, quindi: la politica viene messa a tema nel suo senso più autentico di necessario spazio di confronto tra istanze e visioni che abitano l'odierna Polis.

Le prime edizioni hanno dato vita a un dibattito capace di confrontarsi con alcuni dei maggiori temi del nostro tempo: lo spazio democratico e le nuove forme del potere, il mutamento sociale e l'innovazione scientifico-tecnologica, l'evoluzione culturale e dei costumi. Sulle ricadute più concretamente politiche che questi e altri nodi assumono nell'attualità nazionale e internazionale hanno riflettuto accademici, giornalisti, economisti, scrittori.

Gli ospiti sono sempre stati selezionati attingendo ai luoghi più vitali del dibattito culturale nazionale, con l'intento di creare uno spazio di discussione aperto, "polifonico" e soprattutto stimolante.

Tra i vari ospiti che hanno calcato i palchi del Festival ricordiamo Gustavo Zagrebelsky, Ezio Mauro, Stefano Rodotà, Umberto Galimberti, Dacia Maraini, Corrado Augias, Ernesto Galli della Loggia.

Memorabile la partecipazione dello stesso Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che nel 2012 ha rivolto al pubblico convenuto al Teatro Toniolo un intenso discorso dal titolo "Le nuove mappe della politica in Italia e in Europa".

Grazie alle migliaia di visitatori che l'hanno popolato, il Festival della Politica è divenuto una grande festa dei cittadini, attratti dalla possibilità di un confronto diretto e senza filtri con i protagonisti della cultura italiana. L'affluenza di un pubblico numeroso e partecipe è il premio per una manifestazione che, fin dagli inizi, ha sempre cercato la via di una riflessione politica attenta e mai urlata, aperta alla complessità dei problemi e lontana da ogni retorica.

Per ulteriori informazioni e per partecipare visitare il sito: www.festivalpolitica.it

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia