Papa Francesco, un pontificato raccontato dai suoi gesti


Nel corso di una recente intervista rilasciata a Vatican News, il nuovo direttore della Sala Stampa vaticana Matteo Bruni esprime la sua gratitudine al Papa per la nomina, "La realtà in cui mi trovo - ha dichiarato Bruni - necessita di una comunicazione ufficiale chiara, trasparente degli avvenimenti, che contribuisca alla lettura della complessità del mondo in cui viviamo. Penso a una comunicazione che arricchisca la comprensione del contesto in cui gli eventi avvengono. Il pontificato di Papa Francesco si racconta già attraverso i suoi gesti, le sue parole, le sue scelte, ma la portata storica di alcuni eventi talvolta si comprende meglio in una prospettiva più larga. In questo senso vorrei contribuire a rendere la Sala Stampa sempre più un punto di riferimento per i giornalisti che raccontano il Papa e la Santa Sede al mondo intero. E ringrazio chi mi ha preceduto in questo sforzo, il collega e amico Alessandro Gisotti, che in questi sei mesi si è messo generosamente al lavoro, con la sua disponibilità, professionalità e una grande sensibilità umana. Vorrei che anche il mio servizio si inserisse in questo solco, insieme a chiunque mi affiancherà e a tutti i colleghi della Sala Stampa della Santa Sede."

"Da quando Padre Federico Lombardi mi ha chiamato a far parte della Sala Stampa – e gli sono grato per quanto ho potuto imparare sotto la sua direzione – con tanti operatori dell’informazione c’è stato uno scambio utile, anche amichevole. In questi ultimi anni, con la direzione di Greg Burke e Paloma Garcia Ovejero, che ringrazio per il lavoro fatto insieme, ho continuato ad accompagnare il lavoro di molti giornalisti fin dal loro arrivo a Roma o comunque dai loro primi passi nell’avvicinarsi alla realtà della Santa Sede, aiutandoli ad orientarsi. Sono consapevole che ora inizia un tipo di impegno diverso e spero che la reciproca fiducia resti immutata.".

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia