Manifestazione di Interesse della Comunità Ebraica di Napoli alla Macroregione Mediterranea EUSMED


“ La Comunità Ebraica di Napoli condivide le finalità che l’Unione Europea ha posto come basi fondanti della strategia politico-culturale della Macroregione Mediterranea, e condivide anche il senso di “Identità Mediterranea” che, per quanto la riguarda, rappresenta certamente un aspetto che storicamente ha contribuito alla formazione di quella che è la specifica Identità di Ebrei della Diaspora Mediterranea.

La Comunità Ebraica di Napoli inoltre, apprezza e condivide l’azione civile dell’EUSMED e del Coordinamento Operativo della Macroregione Mediterranea che, con la sua opera di diffusione dei valori euro-mediterranei e, attraverso il coinvolgimento attivo di Enti e Persone, con un’opera a partenza “dal basso”, tende, con metodo democratico e civile al finale coinvolgimento del Governo Europeo per la indispensabile attuazione anche di quest’ultima macroregione non ancora realizzata.

La Comunità Ebraica di Napoli, chiedendo di continuare ad essere informata sugli sviluppi dell’azione dell’EUSMED, spera di poter essere utile, una volta realizzata la Macroregione Mediterranea, come “anello di congiunzione locale” con lo Stato di Israele e con le consorelle Comunità Ebraiche del Bacino del Mediterraneo. Auspichiamo al più presto il riconoscimento da parte del Consiglio d' Europa di questa importante procedura innovativa di coesione territoriale e di partenariato euro-mediterraneo.”

E’ il contenuto della significativa Manifestazione di Interesse inviata il 22 Maggio 2020 dalla Comunità Ebraica di Napoli alla EUSMED Macroregione Mediterranea (European Strategy for Mediterranean Macroregion) che tramite il coordinatore Paolo Pantani ha assicurato l’impegno a tenere informati su tutte le iniziative programmate e messe in atto auspicando la collaborazione della Comunità Ebraica di Napoli ai fini di un’adesione dello Stato di Israele all’EUSMED Macroregione Mediterranea.

“Secondo il pensiero di Abraham B. Yehoshua: L’identità mediterranea è un’identità meravigliosa: antica e moderna. Nel bacino del Mediterraneo, sorsero e prosperarono grandi civiltà come quella cristiana, ebraica, musulmana e, naturalmente, greca e romana. Civiltà che sono il grande fondamento della cultura mondiale. È inconcepibile che gli ebrei, che furono a lungo ospiti in terre musulmane e cristiane, non debbano dare un contributo decisivo all’identità mediterranea per mezzo della loro storica identità israeliana, che risale a 3mila anni fa. Questo è il debito che gli israeliani hanno con il Mediterraneo, un luogo in cui, dopo le fatiche delle incessanti peregrinazioni, vogliono rimanere come cittadini permanenti ".

La Macroregione Mediterranea EUSMED, nata sulla base di specifici strumenti Comunitari previsti dalla strategia politico-culturale comunitaria approvata dalla Comunità Europea nel 2007, parte integrante del Trattato di Riforma di Lisbona, con lo scopo di favorire pacifici processi di interscambio tra cittadini dell’Unione Europea e cittadini viventi al di fuori dell’Unione Europea ma in aree confinanti, con simili caratteristiche identitarie, e filiere economiche complementari, è stata ufficialmente riconosciuta con decreto n° 09/2018 del Difensore Civico presso la Regione Campania pubblicato sul BURC n° 89 del 29 novembre 2018 . Il Coordinamento Operativo dell’EUSMED, ha deciso di fondare il suo percorso operativo finalizzato all’obiettivo della realizzazione della Macroregione Mediterranea, mediante una capillare opera di informazione e raccolta di consenso, con una azione bottom-up, rivolta ai soggetti della Società Civile, nonché ad Enti Locali quali la Associazione dei Comuni e delle regioni d'Europa A.I.C.C.R.E. , la Regione Campania, e Organizzazioni Sindacali e dei Diritti dei Lavoratori, nazionali ed sovra-nazionali , quale la UIL Nazionale.

0/Post a Comment/Comments

Nuova Vecchia